Gestione dell'energia

In base all'applicazione e ai suoi requisiti, esistono quattro metodi di base per gestire e comunicare con l'UPS:

  1. UPS singolo: scheda di rete
    Un UPS singolo può solitamente essere monitorato tramite una scheda di rete opzionale. Le nostre schede di rete sono essenzialmente dei server in grado di registrare lo storico eventi, inviare allarmi via e-mail e SMS e garantire l'accesso remoto alle indicazioni di stato in tempo reale. Utilizzare una scheda di rete è il modo migliore di gestire un UPS.
  2. Shutdown: scheda di rete e Intelligent Power Protector (IPP)
    Se l'UPS viene utilizzato per la protezione di server, il nostro software può programmare spegnimenti sicuri e impedire la perdita di dati in caso di interruzione prolungata dell'alimentazione. Per un UPS Eaton con scheda di rete, IPP costituisce l'agente di shutdown Eaton. IPP comunica direttamente con la scheda di rete (o tramite porta USB e seriale, se necessario) per registrarsi, ricevere allarmi e attivare lo shutdown regolare dei sistemi IT.
  3. Installazioni con molteplici UPS: schede di rete e Intelligent Power Manager (IPM)
    Per molteplici UPS distribuiti all’interno di un armadio di rete, o anche in tutto il complesso residenziale, il software IPM è progettato per aggregare e gestire i dispositivi di alimentazione (sia gli UPS che i prodotti ePDU collegabili in rete).
  4. Virtualizzazione: scheda di rete e IPM
    IPM è il software di alimentazione leader di mercato per l'integrazione con piattaforme virtualizzate. La gestione dell'agente di shutdown IPM consente l'arresto in sicurezza dei server virtualizzati, compresi quelli nei cluster che eseguono vCenter o XenCenter. La migrazione live può essere attivata per lo spostamento trasparente di macchine virtuali ad un server disponibile sulla rete, preservando il funzionamento ininterrotto del sistema e l'integrità dei dati.