Cosa è un UPS - Descrizione Generale

I gruppi di continuità (UPS) rappresentano oggi oltre il 95% dei sistemi di back-up dell'alimentazione venduti.

Generalità sul Funsionamento

Agendo come interfaccia tra la rete e le applicazioni, gli UPS forniscono al carico un'alimentazione elettrica continua di alta qualità, indipendentemente dallo stato della rete.

Gli UPS garantiscono una tensione di alimentazione affidabile, esente da disturbi di rete, entro tolleranze compatibili con i requisiti delle apparecchiature elettroniche, avvalendosi di una fonte di alimentazione (batteria) generalmente sufficiente a garantire un'adeguata salvaguardia delle persone e apparecchiature.

I gruppi statici di continuità sono generalmente costituiti da tre blocchi principali:

  • un raddrizzatore-caricabatterie per convertire la corrente alternata in corrente continua e caricare la batteria
  • un set di batterie (generalmente al piombo) per immagazzinare l'energia e recuperarla istantaneamente, a seconda delle necessità, per periodi da 5 a 30 minuti o anche più
  • un convertitore statico (inverter) per convertire questa tensione continua in una tensione alternata perfettamente stabilizzata e filtrata in tensione e/o frequenza

Queste tre funzioni possono essere integrate con funzioni supplementari: un bypass automatico per l'alimentazione nel caso di sovraccarichi o per guasti dell'UPS, un bypass manuale che consente un isolamento completo dell'UPS e varie opzioni di segnalazione e manutenzione locale o a distanza.

Utilizzo degli UPS

Negli ultimi anni, gli UPS sono diventati un elemento indispensabile per la distribuzione dell'alimentazione di alta qualità. Ognuno dei loro componenti è stato progettato per integrarsi perfettamente nel layout dell'installazione, sia nel caso di un'alimentazione per i personal computer di un ufficio, sia per una complessa installazione in un centro di elaborazione dati.

Nelle installazioni a media ed elevata potenza è possibile combinare vari UPS in parallelo:

  • per ottenere un'alimentazione superiore a quella della singola apparecchiatura
  • per aumentare l'affidabilità dell'alimentazione garantendone la ridondanza

È possibile realizzare soluzioni altamente sofisticate per ottimizzare l'affidabilità o semplificare l'uso e la manutenzione del sistema.

Vantaggi per L'Utente

Miglior rendimento
Gli utenti perseguono costantemente la riduzione dei costi di esercizio delle proprie apparecchiature. Stanno attenti al consumo elettrico e di conseguenza alle perdite degli UPS, che generalmente sono sempre in funzione. Le perdite vengono infatti pagate due volte: i kWh consumati dall'UPS più ulteriori kWh per il condizionamento dell'aria.

Buona alimentazione di carichi distorcenti
Da vari anni, e precisamente dall'introduzione delle alimentazioni switching, la maggior parte delle utenze elettriche, e in particolare i computer, sono fortemente distorcenti per l'alimentazione elettrica che può presentare un elevato contenuto di armoniche.
Tale corrente è caratterizzata anche da un elevato fattore di cresta (da 2 a 3,5) e da un fattore di potenza compreso tra 0,65 e 0,8.

Integrazione con i sistemi di comunicazione e di controllo
I parametri di funzionamento, i dati e gli allarmi degli UPS sono convertiti in dati digitali e memorizzati o visualizzati sul display dell'UPS. Possono essere facilmente trasmessi ad un sito remoto, ad esempio una semplice unità di segnalazione remota o un complesso sistema di “Building and Energy Management” (B.E.M.) centralizzato. Detti sistemi sono in grado di elaborare sia dati per la gestione dell'energia (distribuzione a media tensione, bassa tensione o gruppi motore-generatore), sia informazioni sulla salvaguardia delle installazioni per la distribuzione dell'alimentazione. L'utente può ricevere un flusso continuo di informazioni su guasti, corrente erogata, numero di UPS in funzione e corrente assorbita per ogni fase.

I microprocessori consentono di creare canali di comunicazione tra l'UPS ed il computer alimentato. Con le informazioni inviate dall'UPS (durata dell'interruzione di rete, carico collegato, autonomia della batteria, normale ripristino delle fonti di alimentazione, ecc.), il sistema informatico può avviare procedure automatiche (chiusura di file, spegnimento di unità periferiche, riavvio) senza l'assistenza dell'operatore.